Che cosa significa o può significare avere un libro? Riguarda solo il possesso o c’è altro dietro?

Sono giorni concitati, dove festeggio l’uscita di un libro totalmente dedicato ad un progetto di beneficenza che seguo. Ma mi rendo veramente conto di quello che vuol dire? Riesco ad apprezzare a pieno questo evento?

Mi faccio queste domande perché non conoscendo la materia letteraria corro il rischio di utilizzare delle lenti sbagliate nel guardare questo evento. Penso sia un tranello normale quando non si conoscono dei “mondi”. Prendi un fatto/accadimento e lo filtri attraverso le lenti che hai a disposizione. ma si rischia di sbagliare. Troppo spesso siamo abituati a paragonare valori, a dargli etichette, confronti, magari a soppesare con pesi sbagliati.

Ecco perché trovo fondamentale avere a disposizione persone che possano spiegarmi cose che non so, che possano aprirmi porte che per abitudine magari non aprirei. Ed è stato cosi con Ilaria, la scrittrice di questo libro, che mi ha aperto davanti agli occhi un mondo sconosciuto. Come si può quantificare il valore di un libro? Non si può! Emozioni, vissuti, passione non vanno quantificate, vanno accettate, vanno abbracciate, lodate. Che valore hanno le emozioni che Ilaria si è portata dentro?  La loro trasformazione? Domande che non mi ero mai fatto e che ora posso aggiungere alla serie di domande che posso pormi per comprendere il “valore” di un libro. Spesso siamo abituati ad usare parole come “eroe”, “campione”, “miracolo” associandoli ad eventi sportivi. Che parole dovrei usare pensando ad una ragazza che sposa una causa, si fa portavoce di emozioni per spiegarle e renderle accessibili, condivisibili. La stessa ragazza sceglie di non fermarsi al libro, ma va oltre, organizzando e rendendo reale un vero miracolo. Fino ad oggi pensando al libro pensavo fosse “tanta roba”, ma oggi mi siedo e sento che devo trovare nuove parole per rendere onore a questo accadimento. Sono grato ad Ilaria perché mi ha fatto comprendere altri mondi. Cosi, quando vedrete questo libro, quando lo leggerete, sappiate che dentro scorre il cuore di una giovane donna che si è fatta carico di molte emozioni per donare qualcosa di unico ad altri esseri umani. e come dice lei: “questo è amore…..e non va calpestato”.

Che valore ha un libro? chiedetelo al vostro cuore.

what does it mean or can it mean to have a book? is it just about possession or is there something else behind it?

these are hectic days, where I celebrate the release of a book totally dedicated to a charity project that I follow. but do I really realize what it means? can I fully appreciate this event?

I ask myself these questions because not knowing the literary subject I run the risk of using the wrong lenses in looking at this event. I think it’s a normal trap when you don’t know about “worlds”. take a fact/event and filter it through the lenses you have available. but you risk making mistakes. too often we are used to comparing values, to giving them labels, comparisons, perhaps weighing with wrong weights.

That’s why I find it essential to have people available who can explain things to me that I don’t know, who can open doors that I might not open out of habit. and so it was with Ilaria, the writer of this book, who opened up before my eyes an unknown world. how can you quantify the value of a book? You can’t! emotions, experiences, passion should not be quantified, they must be accepted, they must be embraced, praised. what is the value of the emotions that Ilaria has brought inside? and their transformation? questions that I had never asked myself and that I can now add to the series of questions I can ask myself to understand the “value” of a book. often we are used to using words like “hero”, “champion”, “miracle” associating them with sporting events. what words should I use thinking of a girl who marries a cause, becomes a spokesperson for emotions to explain them and make them accessible, shareable. the same girl chooses not to stop at the book, but goes further, organizing and making real a real miracle. until today thinking about the book I thought it was “a lot of stuff”, but today I sit down and feel that I have to find new words to honor this event. and I am grateful to Ilaria because she made me understand other worlds. so, when you see this book, when you read it, know that inside flows the heart of a young woman who has taken charge of many emotions to give something unique to other human beings. and as she says: “this is love …..and should not be trampled underfoot”.

what is the value of a book? ask your heart.